Regione Piemonte

Richiesta esenzione ticket sanitari

Ultima modifica 4 febbraio 2019

Cos'è
Il servizio sanitario e gli enti mutualistici richiedono agli assistiti il versamento di una quota per l’acquisto di medicinali e per alcune prestazioni mediche e sanitarie, quali visite specialistiche e analisi di laboratorio. La normativa vigente prevede l'esenzione dal ticket per determinate categorie: persone indigenti e bisognose, ultrasessantacinquenni, disoccupati, iscritti nelle liste di mobilità e in cassa integrazione straordinaria.

Dove e Chi?
A seconda della tipologia di prestazione, le richieste vanno indirizzate a uffici diversi secondo l’elenco qui indicato:

  • Prestazioni mediche e sanitarie per coloro che sono affetti da patologia o che appartengono a particolari categorie
    La richiesta deve essere effettuata presso gli uffici dell’ A.S.L. BI.
  • Prestazioni mediche e sanitarie per indigenti che non hanno diritto alle esenzioni dell' ASL BI

La richiesta di esenzione viene presentata, dai cittadini residenti nel territorio del Comune di Cossato, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico e rilasciata entro 30 gg dall' Ufficio Servizi Sociali e alla Persona presso Villa Ranzoni.

Vai alla Modulistica

  • Esenzione per acquisto medicinali  .

La richiesta deve essere effettuata  presso gli uffici dell' A.S.L. BI

COME SI RICHIEDE L'ESENZIONE DAL PAGAMENTO DELLE SPESE SANITARIE PER INDIGENTI CONCESSE DAL COMUNE?
I cittadini che si recano presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, al fine di ottenere l’esenzione del ticket sanitario, devono compilare l'apposito modulo dichiarando l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, in corso di validità, che non deve superare la soglia stabilita annualmente dalla Giunta Comunale.
Per i casi in cui si riscontrino aspetti di incertezza e/o discrezionalità, sarà cura dell’Ufficio competente richiedere ulteriori accertamenti a carattere socio economico, anche tramite il consorzio CISSABO.

Quanto Costa?
Il rilascio del tesserino per l’esenzione è gratuito.

Responsabile
Responsabile Settore Socio Culturale Dott.ssa Marina Quaglia.