Regione Piemonte

Denuncia di nascita

Ultima modifica 6 febbraio 2019

Cos'è?
E’ la dichiarazione che occorre fare alla nascita di un figlio.

Come si fa?
La dichiarazione di nascita legittima può essere resa indistintamente da uno dei genitori o da un procuratore speciale che ha assistito al parto (medico, ostetrica, ecc.). La dichiarazione può essere resa entro tre giorni all’ospedale o alla casa di cura dove è avvenuto il parto, oppure entro dieci presso il comune di residenza.
Nel primo caso è la direzione sanitaria stessa, nei dieci giorni successivi, a comunicare la nascita all’ufficio di stato civile del Comune di residenza.
I genitori, o uno di essi, possono anche dichiarare la nascita nel proprio comune di residenza; qualora non risiedano nello stesso Comune, la dichiarazione è resa nel comune della madre, salvo accordi diversi.
La dichiarazione di nascita naturale deve essere resa esclusivamente e contemporaneamente da entrambi i genitori naturali del bambino, entro tre giorni dalla nascita all’ospedale o alla casa di cura dove è avvenuto il parto, oppure entro dieci giorni presso il comune di residenza della madre.

Cosa occorre?
Per la denuncia di nascita, sia alla Direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura, che al comune di residenza, occorrono:

  • l’attestazione di nascita rilasciata dall’ostetrica del centro di nascita presso il quale è avvenuto il parto;
  • il documento d’identità del dichiarante (nel caso di nascita legittima);
  • i documenti d’identità di entrambi i genitori dichiaranti (in caso di nascita naturale).

Dove Andare?
Per la denuncia al Comune di Cossato, occorre presentarsi all' Ufficio Servizi Demografici

Responsabile del procedimento
Responsabile del procedimento Servizi Demografici